Sign In

EVENTI E NOVITÀ


AnnouncementImage
  
Descrizione
  
Use SHIFT+ENTER to open the menu (new window).
  
  
  
Interverranno:
 Elda Guerra, Associazione Orlando, Femministe e pacifiste sulla scena internazionale fra le due guerre mondiali
 Elena Musiani, Università di Bologna, Voci dal pacifismo francese: Gabrielle Duchêne e il comitato della rue Fondary
 Tiziana Pironi, Università di Bologna, Femminismo e pacifismo nell'Italia di inizio '900
 Mirella D’Ascenzo, Università di Bologna, Donne docenti tra assistenza, propaganda e pacifismo negli anni della Grande Guerra in Italia
 Carlo De Maria, Università di Bologna, Margherita Zoebeli e il lavoro per l’infanzia vittima della guerra”
 Anna Salfi, Fondazione Argentina Bonetti Altobelli, Riflessioni tra ieri e oggi: donne contro la guerra diffusa

Organizzano: CSGE Bologna e altre associazioni

Centro delle Donne/Biblioteca Italiana delle Donne, via del Piombo 5/7, BolognaAttachment25.10.2018 15:00
  

​Il 19 ottobre 1969, il 63% degli uomini ticinesi votarono a favore dell’introduzione del suffragio femminile in materia cantonale. Da quel giorno le donne ticinesi iniziarono una lunga marcia verso la conquista dei propri diritti, ma a 50 anni di distanza siamo ancora lontani dal raggiungimento di una parità di fatto. In occasione del 50° anniversario dall’introduzione del diritto di voto alle donne, la Commissione consultiva per le pari opportunità fra i sessi, in collaborazione con la Delegata per le pari opportunità e diverse Associazioni femminili ticinesi, lancia una campagna della durata di un anno, scandita da una serie di eventi proposti tra il 19 ottobre 2018 e il 19 ottobre 2019.

Ex Asilo Ciani di LuganoAttachment19.10.2018 18:00
  

​Presentazione del libro "Una savia bambina" di Marzia Camarda, edizione settenove.

Intervengono

Benedetta Rossi, Assessora Pari Opportunità del Comune di Pianoro

Sergio Rotino, Giornalista Radio Città del Capo

Elena Pacetti, Docente di Didattica e tecnologie educative Università di Bologna

Marzia Camarda, imprenditrice culturale, Verba Volant servizi editoriali

L'iniziativa rientra nel progetto "Comunicare fa Bene Comune"

In collaborazione con CSGE-Centro studi sul genere e l'educazione, Università di Bologna

 


Sala Conferenze Museo di Arti e Mestieri P. Lazzarini di Pianoro18.10.2018 18:00
  

La  proposta formativa rientra nell’ambito del Progetto ticinese di sensibilizzazione sui « Matrimoni forzati » sostenuto dal Programma d’Integrazione Cantonale.

Programma:

·         Introduzione - primo lavoro in gruppo su un caso pratico
·         Presentazione di Amina Benkais-Benbrahim:
-le definizioni di matrimonio forzato
-gli aspetti giuridici, sociali ed economici del fenomeno
-gli strumenti di informazione e intervento
·         PAUSA
·         Secondo lavoro in gruppo su un caso pratico - Conclusione

Ci sono ancora posti liberi, per l’iscrizione (gratuita) preghiamo di scrivere entro venerdì 12 ottobre a sara.grignoli@ti.ch.



Auditorium BancaStato, Via H. Guisan 5B, BellinzonaAttachment18.10.2018 13:45
  
Il confinamento della diversità culturale e di genere in spazi d’azione e
di parola delimitati, che donne e uomini sono indotti ad abitare, può
avvenire in maniera palese o sottile. Andare oltre a questo “gioco delle
parti” nel duplice senso di spazi e di ruoli, richiede di riconoscere e
discutere i modi della delimitazione e il come farvi fronte.
Prendendo spunto dalla visione del film “Il diritto di contare” la
Professoressa Nardone e il Professor Bellassai proporranno una
discussione e riflessione sul ruolo e gli spazi d’azione di donne e uomini
nella società attuale.


IUFFP Lugano, via Besso 84Attachment02.10.2018 17:00
  

​Kinokultur in der Schule ha preparato un ottimo materiale didattico a partire dal film svizzero di successo "Ordine divino" (Petra Volpe, 2017) che, attraverso l'impegno di una giovane donna in un paesino dell'Appenzello,  ci immerge nel clima  della Svizzera degli anni '70.

Percorsi formativi -> Altri materiali didattici-> Dossier didattici trasversali 04.06.2018 09:00
  

La vita delle donne e degli uomini in Europa – un ritratto statistico presenta un confronto tra le donne e gli uomini nella loro vita quotidiana, mostrando anche in cosa si assomiglia o differisce la vita quotidiana degli uomini e delle donne nei paesi europei.

Scarica documento: 
DonneUominEuropa2017.pdf


17.05.2018 00:00
  

Quanto pesano i modelli culturali e sociali, la formazione e le logiche economiche sulle

discriminazioni delle donne. Come uscirne? 

A partire dalla njuova edizione de "Le cifre della parità", USTAT, 2018 discutono con Françoise Gehring

sulla tematica i relatori e relatrici: 

Pau Origoni, Sociologo, responsabile dell’Ufficio di statistica

Anita Testa Mader, Psicologa e ricercatrice

Carmen Vaucher De La Croix, Economista, responsabile formazione continua

DEASS – SUPSI

Sergio Rossi, Professore di macroeconomia e di economia monetaria

Organizza: Commissione cantonale consultiva pari opportunità tra i sessi

Aula Magna Scuole Canavée MendrisioAttachment21.04.2018 09:00
  

​Giornata nazionale di formazione
Che genere di scuola ? Educazioni differenti per una società plurale.
- Il cammino dell'educazione di genere tra prassi didattica e lotta politica.

- Un altro modo di pensare le relazioni umane. Le trasformazioni nella cultura e nel modo di vedere le relazioni di genere prodotte dai femminismi del cosiddetto Occidente.
- Quello che la cosiddetta 'teoria gender' non dice: l'identità di genere nella prospettiva degli studi di genere.
- Identità LGBTQI a scuola: studenti e studentesse raccontano.
- l movimento “nogender”: nascita ed evoluzione di una nuova crociata reazionaria.

Bologna presso l'I.I.S. Aldini Valeriani Sirani Attachment13.04.2018 08:30
  

​Presentazione dell’opuscolo statistico aggiornato “Le cifre della parità” (USTAT, 2018), uno strumento straordinario per affrontare a scuola alcune questioni relative al mondo professionale e non solo.
Intervengono: Rachele Santoro, delegata pari opportunità dell’Amministrazione cantonale; Pepita Vera Conforti, antenna pari opportunità della DFP (DECS).

Conduce Paola Maeusli-Pellegatta, responsabile progetti.

Per presentare i contenuti dell’opuscolo vi invitiamo a scaricare l’app Kahoot! che sarà utilizzata quale supporto didattico.

Espoprofessioni - Spazio Arena (Centro esposizioni, via Campo Marzio, Lugano)09.03.2018 11:30
  

Il progetto DonneStorie nasce dalla collaborazione tra RSI – Radiotelevisione svizzera di lingua italianae AARDT – Associazione Archivi Riuniti delle Donne Ticino con lo scopo di offrire spaccati di storia al femminile unendo competenze e testimonianze d’archivio di diversa provenienza.
A partire soprattutto dal Secondo dopoguerra le donne si sono affacciate allo spazio pubblico con la volontà di diventare coprotagoniste dei mutamenti socioeconomici in atto. DonneStorie vuole testimoniare questa realtà grazie all’intreccio tra le preziose testimonianze sonore e visive prodotte dalla RSI nel corso dei decenni, oggi conservate nelle sue Teche multimediali, e le biografie redatte dalle storiche e dagli storici di AARDT.

Lugano-Besso, sede RSI, Studio 226.02.2018 18:00
  

In occasione del lancio della piattaforma bilzobalzo.cerdd.ch sarà proposta una conferenza indirizzata alle/ai docenti di scuola professionale sul tema dei social media. In particolare saranno proposti dei consigli sull’uso di strumenti digitali che mettono a disposizione molteplici e poliedriche funzionalità che possono essere un’opportunità per stimolare l’apprendimento anche in un’ottica di parità tra i sessi.

La conferenza sarà tenuta da Rosy Nardone, ricercatrice e professoressa in Didattica e Pedagogia Speciale presso il Dipartimento di Scienze Filosofiche, Pedagogiche ed Economico-Quantitative dell’università “G.

D’Annunzio” di Chieti-Pescara.

Aula Magna, Centro professionale tecnico di TrevanoAttachment18.01.2018 17:00
  

I contesti familiari, scolastici ed extrascolastici diventano territori in cui è necessario ripensare a nuovi modelli per una didattica dell’incontro e delle relazioni tra genitori e figli, tra insegnanti e ragazzi, per colmare un’assenza del mondo adulto da questi ambienti videoludici e di socialità digitale; per sostituire una presenza degli adulti caratterizzata maggiormente dal divieto, dalla paura del rischio e dal “panico morale”, con una presenza attenta, in dialogo su questi nuovi territori digitali. I cosiddetti digital natives hanno diritto e necessità di adulti consapevoli che li sostengano nella costruzione delle loro esperienze in questi nuovi media (il così detto problema della trasparenza) e nello sviluppare norme etiche e di comportamento per affrontare la “vita on-line” (il problema della sfida etica) [Jenkis, 2010]. Per non rischiare di essere insieme, ma soli [Turkle, 2012].

Immagine: Studio James, come i giovani utilizzano i media digitali 


Biblioteca Cantonale di BellinzonaAttachment17.01.2018 18:00
  

​La biblioteca del Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI in collaborazione con RSI Rete Due dedica quattro incontri pubblici alla presentazione di otto donne di scienza che fin dall'antichità hanno operato nell'ambito delle scienze fisiche, chimiche, matematiche, astronomiche e spaziali.

Informazione sul programma delle quattro serate


RSI, Lugano-Besso30.10.2017 00:00
  

Esposizione interattiva per giocare, sorridere e riflettere, toccando con mano la nostra delicata umanità.

Maggiori informazioni

Progetto a cura di

L'ideatorio e  pro infirmis

Villa Saroli03.04.2017 09:00

Partners